Scaffali Drive-in

E’ una scaffalatura che permette lo stoccaggio intensivo di pallets.
Adatto allo stoccaggio di grandi quantità di merci omogenee a movimentazione ciclica.
In questa struttura portapallet i pallet sono stoccati in profondità, raggiungibili accedendo con il carrello elevatore all’interno delle corsie di carico. i pallets sono sostenuti da guide laterali nelle quali passa il carrello elevatore. È una scaffalatura metallica strutturata in modo da formare dei tunnel dentro i quali posizionarsi con il carrello elevatore o con sistemi satelliti ( autosat).
Questa scaffalatura si presta alla logica di stoccaggio LIFO (last in first out).  Il primo pallets è l’ultimo a essere prelevato. Salvo che la scaffalatura disponga di 2 lati di accesso, anteriore e posteriore.
Questo sistema è molto utilizzato per le celle frigorifero e di congelamento perché permette di sfruttare a pieno lo spazio ( costoso ) degli spazi a  temperature controllate.


La progettazione integrata del magazzino Drive-in


Offriamo un servizio di consulenza e progettazione del magazzino che tiene conto di tutti i componenti necessari: Scaffalature, carrelli elevatori, protezioni e software. Con un’unico interlocutore risolvete i mille problemi di integrazione e ottimizzazione dei progetti, risparmiando spazi, tempi e denaro.

Mod. DMR 100

Scaffale Drive-in

Spalle composte da montanti travette e diagonali zincati sez. 15,20,25/10
Portata della spalla: 8000-11000 Kg.
Altezze disponibili: da 5000 a 12.000 mm.
Profondità: variabile
Guide per pallets e Autosat

Applicazioni

  • Stoccaggio intensivo di pallets
  • Stoccaggio di lotti di pallets monocodice
  • Stoccaggio in celle frigo

Carrelli elevatori e Drive-in

Le scaffalature Drive-in richiedono l’utilizzo di carrelli in grado di entrare in tunnel lunghi e stretti. Per esempio la luce disponibile in una corsia per Europallets 800×1200 è di 1070 mm. alle guide.
E’ quindi necessario prestare attenzione alla larghezza del carrello e in particolar modo alla larghezza della cabina. In alcuni casi è necessario installare delle guide di contrasto al pavimento per consentire una guida sicura e vincolata del mezzo.

Lo shuttle o Autosat

shuttle navetteGli shuttle  sono prodoti di nuova generazione studiati per i drive-in e lo stoccaggio automatico di pallet in multiprofondità. La navetta viene posizionata sui binari del Drive-in e sostituisce il lavoro dei carrelli elevatori svuotando e riempiendo le corsie. Lavora secondo logica FIFO o secondo logica LIFO.

Progettazione antisismicascaffali antisismici

I nostri impianti di scaffalature vengono realizzati  con criteri antisismici nel rispetto delle normative:

  • D.M. 14 Gennaio 2008 “Norme tecniche per le costruzioni”.
  • EUROCODICE 3 “Progettazione di strutture in acciaio”.
  • Dlgs nr. 81 09 Aprile 2008 “tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
  • direttive DL81

L’azienda segue le direttive di NTC2008  (Normative Tecnico Commerciali) e l’eurocodice3 per la progettazione degli impianti in acciaio nel quale sono raccolte tutte le normative EN richieste quali UNI EN15512 – 15620 – 15629 – 15635.

Alla scaffalatura porta pallet  verranno aggiunte delle strutture apposite antisismiche per soddisfare le specifiche della zona.
Verranno applicati su tutti i montanti dei piedini con base rinforzata e gamba rialzata per mantenimento delle strutture.  Inoltre vengono installatii kit controventi con specifiche come da ns ing. strutturale e disposizione come da planimetria indicata dallo sviluppo tecnico del programma di calcolo.
Il kit controventi antisismico si compone di una struttura a se stante rispetto al porta pallet con crociere verticali di cui l’ultima deve esser ancorata a pavimento e di crociere di falda (cioè inserite sotto ad ogni livello di carico)
Sulle campate dove verrà posizionata la struttura antisismica, obbligo di 4 tasselli a pavimento per campata.

Info per la realizzazione di un progetto

Per una corretta progettazione del vostro magazzino terremo conto di :
* Normative europee per il dimensionamento della scaffalatura per pallets.
* Unità di carico (UDC).
* I sistemi di movimentazione.
* Il numero delle movimentazioni giornaliere in entrata e uscita.
* Le caratteristiche del fabbricato e lo stato della pavimentazione.
* Considerando se il magazzino è situato in zona sismica, dimensionando quindi le scaffalature porta pallet con criteri antisismici.
* Le normative sulla sicurezza: le protezioni antisbordamento, la caduta accidentale della merce, i ferma-pallet, le reti di protezione.
* La protezione delle testate e di ogni singola spalla con i guard-rail.
* Vie di fuga.

Gli accessori

* Paracolpi
* Rulliere
* Distanziali
* Ripiani con pianetti
* Ripiani con grigliato
* Fermapallets
* Rompitratta